Pubblicato da: pensierieperline | 9 agosto 2012

4 chiacchiere in compagnia…

si ma di chi?!?! mi sa che visto il periodo siete tutti in ferie… 😀 eh va beh mi leggerete al vostro rientro…
La wedding saga procede vi posso dire che è più lunga del so this is love? di questa primavera! 😀 tutti post con foto perciò non spaventatevi sulla lunghezza sono le foto che rubano spazio 😀
Dunque dicevamo 4 chiacchiere… un po’ per smorzare questi post matrimoniosi ( e se facessi la Wedding Planner!?!?) e un po’ perché ho voglia di scrivere qualcosa di mio che non sia il matrimonio!haahahha

Partiamo dalla fine questa volta, oddio si parte sempre dal principio.. ma questa volta è diverso :mrgreen: rompiamo un po’ i canoni, perciò vi parlerò di oggi…  sono andata a fare un richiamo di una vaccinazione… appena entrata in struttura sono stata accolta da bambini con mamme a seguito chi più spaventato chi meno per la loro “prima vaccinazione”… mi sono messa a percorrere quel lungo corridoio fino a trovare la porta dell’ambulatorio per gli adulti 😀
che poi se vogliamo tanto adulta non mi sento però va beh… qui si entrerebbe in discorsi più seri e questo post non vuole esserlo 😀
Perciò stavo li tranquilla davanti alla porta quando esce l’infermiera e mi chiede cosa dovevo fare… (ah già ero l’unica in attesa li) il viso dell’infermiera si illumina e mi dice che tra una 10 di minuti mi avrebbe fatto la vaccinazione… dopo pochi secondi la vedo sgattaiolare da una porta sul retro attraversa il corridoio parallelo a quello dove c’ero io e li per li il pensiero è stato “questa scappa 😆” nel frattempo a farmi compagnia erano arrivati due signori.. uno in tenuta di lavoro l’altro si vedeva proprio che era in piena vacanza :mrgreen:
Stavolta l’infermiera mi sbuca quasi alle spalle mi passa davanti si gira mi sorride ed entra in ambulatorio… tempo 2 minuti mi chiama… qui tra il colloquio, il modulo da compilare e la vaccinazione vera e propria spendo circa 5 minuti; mi dice di attendere un quarto d’ora in corridoio e poi che ero libera di andare.. ma prima mi rilascia un foglio da compilare e da lasciare in una cassetta posta a metà corridoio… esco con il braccio un po’ indolenzito (fino a sabato sarò così!) cerco dalla borsa la penna mi siedo e inizio a leggere e compilare il foglio quando mi sento osservata….
Alzo la testa e difronte a me c’è una bambina sui 2 anni con lo stesso cerotto sul braccio che avevo io che mi fissa.. in mano ha un biscotto plasmon.. la guardo le sorrido e lei fa lo stesso… guardandola meglio noto un po’ di “Lely a 2 anni” quei capelli con quel ciuffo mi erano famigliari.. quel sandalino anche… il vestitino glielo invidiavo un po’ era blu e bianco *__* io invece oggi ero vestita di bianco e di rosa 😀

Fonte: http://www.nidoamico.it/progetto-educativo/giochi-che-aiutano-crescereBen presto mi ritrovo tre bambini difronte a me.. non so se la bimba di prima mentre finivo di compilare il modulo avesse in qualche modo lanciato dei segnali di fumo del tipo “gente qui c’è qualcuno di simpatico!” perché poi da tre si sono moltiplicati… non so o ero io che emanavo positività o non so spiegarmi cosa 😀 ma l’idea era del miele (io) e le mosche (i bambini) insomma tutti li!! chi con il biscotto, chi con il biberon, chi senza niente e chi con il giocattolo.. tutti che mi guardavano qualcuno faceva gesti per farsi capire qualcuno invece mi sorrideva.. poi una bambina ha fatto un gesto che *___*
Si è avvicinata verso di me e con il suo esile ditino ha iniziato a toccare uno dei miei braccialetti e a sorridermi.. così l’ho sfilato e gliel’ho dato in mano (ah ovviamente avevo la mamma quasi addosso che mi fissava in ogni movimento per non parlare delle altre… però erano tutte abbastanza tranquille) in quel momento ho pensato “piccole perline crescono” 😆

Pian piano i bimbi hanno iniziato a lasciarmi chi perché poteva andare a casa chi invece doveva fare la vaccinazione 😀 e così anche la piccola perlina mi ha lasciato… ero li immersa nei miei pensieri del tipo “ma tu guarda, ci sono dei giorni che mi faccio di quei problemi per interagire con i bambini e invece è tutto così tremendamente semplice… oddio non avrò mica risvegliato l’istinto materno?!?! 😯 ” ridacchiavo tra me e me quando sento: “Vincenzooooooo torna qui” guardo e vedo un bambino paffutello che mi viene incontro con mamma a seguito, in mano stringeva una macchinina di plastica (la marca non la dico) tutta coloratosa..  e si mette a giocare con la macchinina sulla sedia accanto a me… gli sorrido e lui mi guarda e ride poi mi lancia la macchinina vicino alla gamba… la prendo e lui mi guarda con due occhioni “vuoi giocare, vero?” e allora gli lancio con delicatezza la macchinina… e così per un po’… poi guardo l’ora e il mio quarto d’ora era passato da un po’ così mi alzo… mi abbasso a raccogliere le mie cose e quando mi giro Vincenzo era vicino all’uscita di emergenza di quel corridoio che avevano aperto per lasciar circolare un po’ di venticello 😀
La mamma mi saluta e poi dice con gesto a seguito “Vincenzo, non si esce… no no no” nel frattempo sono accanto a Vincenzo che con la testa alta mi guarda e mi fa segno di no e indica la porta… allora sorrido e gli dico “io posso 😀
faccio un passo in avanti e lui con macchinina a seguito inizia a sgambettare ed esce dalla porta.. così lo afferro per un braccio (sempre delicatamente) e gli dico “dove vai Vincenzo?” nel frattempo la mamma lo tira per la maglietta.. ci fermiamo a parlare per qualche minuto e poi mi dice “Grazie, Ciaooooo buona giornata!
A volte è tutto così semplice 😀 magari fosse sempre così! ecco questo è stato l’episodio positivo che mi ha dato un po’ di carica in questa giornata che non era proprio splendente…

Sempre per rimanere sul “nuvoloso” ho ricevuto questa settimana tre notizie non proprio superlative ma neanche gravi 😀

Fonte: http://www.conipiediperterra.com/a-napoli-e-tempo-di-olimpiadi-della-pizza-0702.htmlNon so chi si ricorda, ma in qualche post ho parlato della “mia pizzeria”… la frequento da anni e anni e diciamo che sono di casa li.. è anche un po’ il mio angolino di “paradiso”.. quando sono triste o qualcosa non va li si cancella tutto in un colpo di spugna.. anzi in una risata scatenata dai proprietari… ebbene il proprietario ha avuto finalmente il coraggio di dirmi che a ferragosto sarà la sua ultima giornata li… (cavoli! dirmelo prima no?!?!) aprirà un locale a Lugano e questo lo darà in gestione ad altri che ne faranno quello che vorranno… fulmine a ciel sereno.. oddio Lugano non è lontano però!! insomma non è stata proprio una notiziona.. certo mi sono complimentata e ho fatto gli auguri per la nuova attività però in cuor mio ero listata a lutto e lo hanno capito difatti non volevano più farmi tornare a casa.. mi hanno tenuto li tantissimo a parlare e penso che quel momento lo porterò sempre con me…

Stando in tema “ti mollo per altro”… in settimana il mio dentista mi ha detto “vado in Africa ad aiutare i bisognosi… non so quando tornerò.. magari starò via un mese o magari di più” e al suo posto mette un dottorino fresco fresco di “laurea”… oddio sono titubante a mettermi in mano a una persona senza esperienza che non è mai stata affiancata a nessuno perciò o inizio a cercarmi un dentista nuovo o prego affinché il mio mi sistemi prima di patire…e anche qui sono felice per lui e per la causa che ha deciso di sposare ma sono pur sempre un po’ egoista e perciò l’idea di non avere più una persona di cui mi fido mi spaventa un pochetto…

E ora per la serie “ti abbandono”… stavolta sono “io” che abbandono… ah nessun cuore spezzato… se non il mio… ahimé la famiglia ha decretato che il “vecchio macinino” alias auto d’epoca deve essere rottamata e perciò dovrò dir addio a un pezzo ingombrante della mia infanzia 😀 non mi rende felice anzi preferirei che il macinino andasse a qualche collezionista ma la famiglia è la famiglia e così ha decretato e io non posso che seguire l’onda e far finta che vada tutto bene… magari ricorrerò in appello chissà 😀 oppure riesco a corrompere qualche membro affinché riveda il suo voto 😀 hahahha

Passo e chiudo!

Alla prossima

Annunci

Responses

  1. Wow attiri i bambini! Io invece sono la classica persona che, eccetto qualche raro colpo di fulmine, i bambini li tiene a distanza. E loro lo capiscono, infatti partono linguacce e sguardi di sfida 😀
    Si vede che sprizzavi positività da tutti i pori!
    Anch’io devo fare il richiamo del vaccino, l’antitetanica che si fa ogni 10 anni, ma penso sia l’anno prossimo. Anzi mi hai fatto ricordare che devo darci un’occhiata 😛

    • eh no io a parte questo raro caso in cui li attiravo a flotti.. (stavo pensando… non sarà mica il cerotto?.. e il fatto che mi vedessero simile a loro.. hahha va beh!) per il resto mi tollerano abbastanza.. linguacce mai ricevute.. magari gli parlo e girano la faccia dall’altra parte o per “vergogna” o perché “non hanno proprio voglia”…
      poi dove lasciamo le domande?? 😯 quando ti capita quella esistenziale e non sai mai che risposta dare per non “traumatizzarli” hahahaha ieri con i bimbi di 2 anni e poco più è andata di una meraviglia 😀 e poi si, si vede che tra la maglia e gli accessori coloratosi sprizzavo allegria.. spero non mi abbiano vista come una sorta di clown hahahah :mrgreen:
      Felice di averti ricordato il richiamo del vaccino… e pensare che almeno il 70% delle persone che sapeva che dovevo andare a farlo mi ha detto”ma cosa lo fai a fare?!?!” e tralasciamo le critiche gratuite ma va beh! scelte loro, no?


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: